ZEB – FIRENZE

Zeb

Per una gita a Firenze ho chiesto qualche consiglio a un mio collega fiorentino doc che, oltre alle varie piazze, basiliche, stradine e musei, mi ha indicato per il pranzo un localino dove “troverai tanti primi e contorni vegetariani”.

Zeb, che sta per Zuppa e Bolliti, è una gastronomia nel quartiere di San Niccolò, suggestiva zona che sembra un paese dentro la città.
Zeb si presenta come un ambiente luminoso, minimale nel design ma allo stesso tempo ricco di leccornie da acquistare: bottiglie di olio e vino, cioccolato e pasta artigianale sono esposti ordinatamente sugli scaffali lungo le pareti. I posti a sedere sono pochi, una decina, e sono collocati lungo il bancone dove troverete anche tutti i piatti del giorno. Preparatevi quindi ad aspettare qualche decina di minuti prima di accomodarvi, ma credetemi che ne vale la pena. A gestire il locale con estrema gentilezza sono mamma e figlio, che non negheranno mai una chiacchierata a nessuno e, anzi, racconteranno con passione la storia di qualsiasi piatto.

Noi abbiamo assaggiato: tortelli di pere e formaggio pecorino, tortelli di zucca gialla e ricotta conditi con una fonduta di formaggio francese della Borgogna, tagliolini fatti in casa con pesto di timo, mandorle e pinoli (c’era forse un po’ troppo olio, ma è stato un ottimo motivo per fare la scarpetta) e un tagliere di prelibati formaggi (davvero notevole il taleggio di bufala) e verdure. Per chi, come me, ha un amore quasi mistico per i formaggi da Zeb potrà sbizzarrirsi e ordinarne interi taglieri. Tutto meraviglioso!

I vegani possono invece optare per piatti di verdure cotte (quelle che ho assaggiato io erano squisite) e zuppe.

Curiosità: Zeb è stato menzionato dal Financial Times e inserito nello speciale su Firenze di Monocle, rivista internazionale di Life Style. Insomma, due ragioni in più per provare la sua cucina!

Veniamo al conto: i primi piatti vanno dagli 8 ai 10 euro. I vini partono dai 5 euro, ed è possibile farsi aprire una bottiglia al prezzo d’asporto.
Prezzo a testa per un primo, un piatto di formaggi e verdure (smezzato) e un bicchiere di vino: dai 15 ai 25 euro.

Indirizzo:  Via San Miniato 2 rosso, Firenze
Telefono: 055 2342864
Sito Internet di Zeb

CAMERA A SUD – BOLOGNA


A parer mio, il Camera a Sud è l’essenza del locale perfetto che ti fa dimenticare di non essere a casa nel tuo salotto mentre assaggi del buon vino tra facce simpatiche. L’ambiente è informale ma allo stesso tempo ricercato: tavolini e sedie ognuno diverso – in legno o formica -, divanetti vintage, librerie a soffitto e oggetti di modernariato – tra i quali un giradischi Thechnics usato prevalentemente il venerdì sera – e alle pareti sono esposte delle fotografie.
La cantina è ottima e sempre aggiornata, la scelta è tra la bottiglia o un calice dei vini del giorno, segnalati col gessetto sulla lavagna all’ingresso. I prezzi a calice vanno dai 4 euro ai 7.
Scordatevi l’aperitivo mangereccio, al Camera a Sud offrono solo taralli e talvolta delle olive. Ma meglio così, a quei piattoni dozzinali di pasta scotta proposti da molti locali, preferisco di gran lunga dei buoni tarallini.

Dal momento che non si tratta di un ristorante ma di un bar-vineria, anche la cena potrà soddisfare ogni vegetariano: qui ho assaggiato un’ottima parmigiana di melanzane, del cous cous di verdure e dei crostini (gli ingredienti cambiano ogni 10-15 giorni ma i crostini vegetariani sono sempre garantiti). Tutti i piatti sono sotto i 10 euro.
Ma se passate al Camera a Sud è OBBLIGATORIO l’assaggio della strepitosa cheesecake. Devo ancora trovarne una più buona!
E’ presente anche la rete wifi, infatti nel pomeriggio abbondano studenti e lavoratori muniti di laptop e scartoffie.

Indirizzo: Via Valdonica, 5 Bologna
Telefono: 39 051 0951448 (se volete trovare posto di sera è consigliatissima la prenotazione, infatti l’unica nota negativa del locale è che praticamente sempre tutti i tavoli sono prenotati. Personalmente limiterei il numero di tavoli prenotabili)
Sito del Camera a Sud

ENOTECA PARENTI – CASTEL SAN PIETRO TERME (BO)

ATTENZIONE: purtroppo l’Enoteca Parenti ha cambiato gestione. L’articolo qui sotto si riferisce alla vecchia gestione.

A circa 20 km da Bologna si trova questa ottima e fornitissima enoteca con ristorantino!
Presenta un menù molto particolare ed interessante anche per i vegetariani visto che come ben saprete solitamente dalle enoteche non si scampa dal solito e unico piatto di formaggi.

In due abbiamo preso:
uno sformatino di cardo su crema di parmigiano
degli ottimi cappelletti fatti a mano con Reblochon e mostarda di mandarini (contrasto sublime!)
un piatto di formaggi francesi (non me la sono sentita di rovinare la tradizione)
dei fagottini di melanzane con pomodori secchi a dir poco squisiti
una tenerina ferrarese di Rizzati con Crema Chantilly
Anche la scelta del vino è stata azzeccata: un Merlot friulano di cui purtroppo non ho segnato il nome. Nota molto positiva è che i vini bevuti al tavolo non presentano nessuna maggiorazione rispetto al prezzo d’asporto.

Abbiamo speso circa 25 euro a testa, prezzo onesto vista l’elevata qualità del cibo e del vino.

Da qui potete vedere il menù completo.

Caldamente consigliato, fate però attenzione agli orari, durante la settimana il locale chiude verso le 21 e nel fine settimana alle 23.

Indirizzo: Via dei Mille, 8. Castel San Pietro Terme – Bologna
Telefono: 051 948 464
Sito del locale: www.parenti.com
Maps