Pranzo vegetariano gourmet a Casa D’Angelo

Casa D'Angelo

Casa D’Angelo

Recentemente sono stata in Abruzzo a trovare degli amici che da un paio di anni mi parlavano di un ristorante con menù anche vegetariano “che mi sarebbe tanto piaciuto”, e così, in una tiepida domenica di fine agosto sono finalmente a pranzo nella bella terrazza di Casa D’Angelo, in un paese dal nome difficilissimo tanto quanto affascinante: Fara Filorum Petri, in provincia di Chieti.

La terrazza è affacciata sul verde, elegante e silenziosa. I tavoli sono apparecchiati con delle bellissime porcellane (che vorrei tanto anche a casa mia). Niente è fuori posto: c’è il copripane, il copri tazzine di caffè, un calice per ogni vino e così via.

Diciamo subito che Gaudenzio D’Angelo, il titolare del ristorante, è anche il presidente dell’Associazione Italiana Sommelier D’Abruzzo. La cantina è di conseguenza sbalorditiva nonché vera certezza di massima qualità.
Per i vini mi affido ciecamente ad un mio amico sommelier, ex allievo del Signor D’Angelo.

Il benvenuto ci viene dato con un Prosecco, di cui purtroppo mi sono dimenticata di segnare la cantina.
La prima pietanza che viene portata – sempre come benvenuto – è un must della cucina abruzzese: la Pallottina cacio e ovo, questa volta accompagnata da una strepitosa mousse di caprino e mostarda di frutta.
Con il Parrozzino di melanzane su vellutata di peperone rosso beviamo un Pinot Bianco “Schulthauser” San Michele Appiano 2013.
Il secondo antipasto è un flan di caprino su salsa al sedano e vino cotto.
Cambiamo vino e passiamo ai primi. Cubia di Cusumano 2013 con delle delicatissime tagliatelline di farro biologico Ca. Cocco in salsa di menta e pinoli.

Di nuovo un cambio vino (Trebbiano di Sipio 2007 Millesimato) per gli gnocchi di patate allo zafferano di novelli su purea di zucchine verdi e per i ravioli si stracciata al tartufo estivo, il mio piatto preferito.

C’è spazio solo per i dolci e opto per il flan di cioccolato su crema di menta. Ma prima del flan arriva il pre-dessert: uno squisito assaggio di cheesecake al basilico.

Con il flan degustiamo un ottimo Moscato d’Asti di Massolino. Caffè, come vi dicevo, servito con tutti i crismi, compresa della piccola pasticceria.

Vegetariano e gourmet fanno spesso fatica a stare assieme. Casa D’Angelo è una bellissima eccezione che sento di consigliare a tutti.

Prezzo: una cinquantina di euro a testa 

Indirizzo: Via San Nicola 5, 66010 Fara Filiorum Petri, Italia
Telefono: 0871 70296 (prenotazione consigliatissima)

UNA CENA TUTTA VEGETARIANA IN ABRUZZO? ALLA BOTTEGA CULINARIA BIOLOGICA SI PUÒ

Bottega Culinaria Biologica

Praticamente impossibile capitarci davanti se non la si conosce, in una stradina di campagna di San Vito Chietino, troverete questa deliziosa “Bottega Culinaria Biologica”.

L’ambiente accogliente, romantico, dalle tinte delicate, fa immediatamente intendere che non ci troveremo di fronte a un menù di arrosticini e piatti tipici abruzzesi. E difatti: due differenti “menù degustazione” – elaborati con materie prime di stagione e biologiche – propongono personali rivisitazioni delle ricette locali. Preciso che in qualche piatto, di entrambi i menù, erano presenti carne o pesce, ma non ci sono stati problemi ad avere variazioni vegetariane.

Il menù veg che ho concordato – prezzo 30 euro – comprendeva una delicatissima vellutata di zucca e rapetti, una superlativa mousse di castagne decorata con foglie di borragine fritteun tuorlo d’uovo alla cenere e radicchio, ravioli bianchi caserecci ripieni di quattro varietà di formaggi della zona, una “cotoletta” di fungo con cremina di carciofi e, per finire in bellezza, un’indimenticabile e golosa rivisitazione di tiramisù, ovvero una morbida mousse di mascarpone adagiata su un tortino al caffè.

Le porzioni sono piuttosto contenute, ma con un menù completo di 6 portate, supportato dal delizioso pane fatto in casa e da un’ottima bottiglia di vino – dalla cantina, piuttosto fornita, noi abbiamo scelto il Montepulciano d’Abruzzo di Emidio Pepe – uscirete dal locale più che soddisfatti e, soprattutto, con il sorriso sulla labbra.

E, se come me, siete dei curiosi e volete scoprire quali sono i produttori dai quali si riforniscono le tre bravissime ragazze che gestiscono il locale, sarete accontentati dal sito web, dove troverete una pagina dedicata.

Il conto: dai 25 ai 50 euro a persona

Indirizzo: Via Pontoni, 72, San Vito Chietino (ch)
Telefono: 087261609/3391421111 (chiuso la domenica a cena e il lunedì)
Consigliata la prenotazione e, mi raccomando, chiedete se è disponibile un menù con piatti vegetariani.