FRAM CAFE’ – BOLOGNA

Fram

Il Fram è un posto così carino e delizioso che sembra uscito direttamente dal favoloso mondo di Amélie. E’ posizionato in Via Rialto, proprio di fronte all’omonimo cinema, ed è gestito da mamma e figlia che lo hanno accuratamente arredato con oggetti provenienti dai mercatini dell’antiquariato quali sedie in ferro battuto, tavolini in legno, poltroncine, cartoline e manifesti degli anni 60.

Ci sono stata qualche mattina fa: per colazione ho ordinato del pane di kamut con margarina e marmellata biologica e un cappuccino classico (è però possibile richiedere la versione con latte di soia). Ci sono anche brioches bio di kamut, brioches salate di farro e semi di zucca e girasole. Essendo rimasta poi tutta la mattina a leggere – a disposizione dei clienti ci sono diversi quotidiani e la rivista l’Internazionale – all’ora di pranzo ho provato un panino vegetariano. La gentilissima Elena mi ha chiesto con quali ingredienti lo volessi e oltre all’hamburger veg l’ho fatto farcire con rucola, pomodoro e formaggio. Ogni giorno, troverete anche delle torte salate (verdure, zucca e pecorino..) e dolci. New entry è la torta ‘maisotta’ che viene prodotta senza glutine, ottima, anche se io ho un debole per la tenerina.

Simbolo del Fram è  una gabbiettina per uccelli appesa al muro di una parete, ma scordatevi di trovare dei volatili, al suo interno ci sono i bigliettini con i desideri dei clienti. Io non ne ho mai espresso uno, ma se proprio dovessi sarebbe egoisticamente questo “Visto che ora lavoro e non riesco più a venirci spesso, qualche volta mi piacerebbe trovare il Fram aperto nel week end. Sarebbe un regalo bellissimo mangiare una buona fetta di torta sorseggiando un tè in una domenica pomeriggio d’inverno”.

I prezzi sono contenuti: i panini costano circa 5 euro e le torte dai 2,80 ai 3,50 euro.

Indirizzo: Via Rialto, 22/c – Bologna
Aperto dal lunedì al venerdì

Marta scrive:

Salsicce grigliate…..hamburger di carne di vitello e mucca….piadina allo strutto (e solo su richiesta all’olio..) be’ si complimenti, davvero vegetariano. Credo che occorra riflettere sulla coerenza delle proprie scelte commerciali, soprattutto con un locale cosi’ bello e interessante. Peccato che dietro queste scelte ci sia sempre e comunque la sofferenza e lo sfruttamento degli animali usati per profitto…il che non e’ molto coerente con un ristorante chiaramente di ispirazione vegetariana.

Ivan scrive:

Carne anche qui…. che triste andare in un posto dove ti aspetti finalmente di non vedere crudelta’ servita sul piatto dalle padrone vegetariane… davvero una pessima scelta. Tornero’ quando avranno eliminato dal menu tutta la disgustosa carne di povere mucche macellate…. e cosi’ faranno anche i miei amici: non sono neppure vegetariani, ma anche loro hanno fatto gli stessi commenti: “non basta trovarla dappertutto, anche nei locali di ispirazione vegetariana devono propinarcela? Non basta gia’ tutta quella che si mangia?”.

donatella scrive:

sono entusiasta della descrizione della dolce Marta! il fram è un angolo di paradiso, un’ isola delle meraviglie per il riposo e la rigenerazione dell’anima e… del palato….